La grazia della Quaresima

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 5 febbraio 2024
Domenica, 4 Febbraio, 2024

 

La grazia

della Quaresima

Carissimi,

eccoci alle porte della Quaresima per la quale vi propongo una breve e interessante riflessione del vescovo Egidio Miragoli di Mondovì.

«Una delle prove forse meno conosciute, ma più grandi, della millenaria sapienza della Chiesa Cattolica, sta nella sua divisione dei tempi dell’anno liturgico: a quello Ordinario infatti se ne alternano diversi altri. Uno dei principali è la Quaresima. Prova di sapienza, dividere i tempi, perché di fatto significa dare, nei passaggi dall’uno all’altro, la possibilità ai cuori di scuotersi, di interrogarsi, magari di convertirsi. In un unico, indistinto, uniforme tempo, nulla ci richiamerebbe, nulla ci sveglierebbe: tutto si succederebbe identico. Invece, entrare in Avvento o in Quaresima, appunto, significa sentirsi dire che qualcosa di diverso e di nuovo accade, che i giorni assumono una tinta e un significato diversi. Per esempio, quelli dopo il mercoledì delle Ceneri dovrebbero condurci alla gioia della Pasqua attraverso un percorso di mortificazione e di purificazione. E Dio sa se ne abbiamo bisogno!

Quaresima vuol dire tempo diverso, tempo altro, stacco dalla normalità, tentativo di ritrovarsi e di migliorarsi. Con marzo, le giornate si faranno più lunghe e più miti, le avvisaglie della primavera, come ogni anno, già ci lambiscono e consolano. In quel più di luce anche nelle nostre vite, dentro le ombre più profonde dei nostri cuori. Una volta aiutava il digiuno dal cibo. Oggi, forse, servirebbe aggiornare anche l’idea di digiuno. Tanto, chi più chi meno, siamo tutti perennemente a dieta, o comunque attenti a ciò che mangiamo. La sensibilità al cibo è un dato culturale inalienabile. Meno attenti, temo, siamo rispetto ad altre bulimie, come quella da comunicazione. Penso alle tante parole dette o urlate, all’utilizzo del cellulare, della posta elettronica, dei social: siamo perennemente soggetti e oggetti dell’invio e della ricezione di parole, per lo più scritte, sovente inutili. Abbiamo perduto l’abitudine al silenzio. Siamo in continua conversazione con il mondo, e non sempre per scopi nobili e luminosi. Un chiacchericcio di fondo e, a volte un po’ opaco, ci insidia e ci assedia. Forse il digiuno più opportuno per la Quaresima che sta per iniziare sarebbe proprio il digiuno da tutto ciò, secondo forme che ognuno può inventare da sé. Certamente, ai nostri cuori un poco di vero silenzio e di riflessione farebbe bene. Magari, proprio per ritrovarsi, per ritrovare la propria verità davanti a Cristo, lungo il tempo particolare della Quaresima, nel quale sarebbe bellissimo iniziare davvero una vita nuova».

Tra le tante parole, in cui ci troviamo immersi ogni giorno, lasciamoci dunque incontrare dalla Parola di Dio. A tal proposito, giunga a tutti la proposta di alcuni momenti di lettura del Vangelo, di condivisione e di preghiera: si tratta di due serate, venerdì 8 e 22 marzo, nella quali tre famiglie ospiteranno coloro che desiderano meditare la Parola di Dio e risuonare quanto essa dice alla loro esistenza. Quanti sentono la chiamata a vivere questo spazio di grazia possono già segnalarlo a me! Buona Quaresima!

don Cristiano

Ultimi Editoriali

Quaresima: poniamoci in ascolto della Parola di Dio!

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 18febbraio 2024
18 Feb 2024
 

La grazia della Quaresima

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 5 febbraio 2024
4 Feb 2024
  La grazia della Quaresima Carissimi, eccoci alle porte della Quaresima...

Il nostro Dio è il Dio della vita!

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 22 gennaio 2024
28 Gen 2024
Il nostro Dio è il Dio della vita! Carissimi, ci stiamo avvicinando alla...

La pace e padre Ottavio di Faenza tra noi

La pace e padre Ottavio di Faenza tra noi
14 Gen 2024
  La pace e padre Ottavio di Faenza tra noi   Carissimi, apriamo il...

Gesù, principe della pace, vieni tra noi!

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 18 dicembre 2023
17 Dic 2023
Carissimi, Natale è alle porte con le sue luci artificiali, le corse ai regali...