Lettera dei Vescovi delle Chiese del Triveneto

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 30 settembre 2012
Domenica, 30 Settembre, 2012

Lettera dei Vescovi delle Chiese del Triveneto a tutti i fedeli in occasione dell’apertura dell’Anno della fede
(11 ottobre 2012 - 24 novembre 2013)


Carissimi fratelli e sorelle, stiamo per iniziare uno straordinario tempo di grazia: l’Anno della fede. Il Papa Benedetto XVI ha indetto questo Anno perché riscopriamo la gioia del credere e ritroviamo l’entusiasmo nel comunicare la fede. «La fede è un dono da riscoprire, da coltivare e da testimoniare», perché il Signore «conceda a ciascuno di noi di vivere la bellezza e la gioia dell’essere cristiani».

Questo Anno di grazia inizierà l’11 ottobre 2012, nel cinquantesimo anniversario dell’apertura del Concilio Ecumenico Vaticano II, e terminerà il 24 novembre 2013, Solennità di Gesù Cristo Re dell’Universo.

L’Anno della fede ci invita a riscoprire il fondamento della nostra fede, Gesù Cristo, e a convertirci a Lui, unico Salvatore del mondo. Egli dà alla nostra vita un nuovo orizzonte e la direzione decisiva. Nel mistero della sua morte e risurrezione, si rivela in pienezza l’Amore che salva.

Ma l’Anno della fede ci chiede anche di annunciare l’amore di Dio agli uomini del nostro tempo. L’amore di Cristo, che colma i nostri cuori, ci spinge ad evangelizzare. Egli ci invia per le strade del mondo per proclamare il suo Vangelo a tutti i popoli della terra (cf. Mt 28,19).
Per rivivere la gioia del credere e l’entusiasmo nel comunicare la fede, in questo Anno siamo invitati a riscoprire i contenuti della fede «professata, celebrata, vissuta e pregata».

Ce lo ricorda il Papa Benedetto XVI nella Lettera Apostolica Porta Fidei:
«La conoscenza dei contenuti di fede è essenziale per dare il proprio assenso, cioè per aderire pienamente con l’intelligenza e la volontà a quanto viene proposto dalla Chiesa».
E aggiunge: «L’Anno della fede dovrà esprimere un corale impegno per la riscoperta e lo studio dei contenuti fondamentali della fede che trovano nel Catechismo della Chiesa Cattolica la loro sintesi sistematica e organica» (PF 11).

Carissimi fratelli e sorelle, accogliamo l’invito del Papa: viviamo con gioia questo Anno della fede, mettendoci in ascolto della parola di Dio e meditando insieme i contenuti fondamentali della fede cristiana. Facciamoci testimoni dell’amore di Dio e rendiamo ragione della speranza che c’è in noi.

Mostriamo ai nostri fratelli come la fede in lui rende più vera, più giusta e più bella la nostra vita personale, familiare e sociale, rinnova i rapporti di amicizia, dà senso alla fatica del lavoro, all'impegno educativo e all'azione sociale, sostiene nelle prove e nella malattia, ci aiuta a dare un senso pieno alla nostra vita.

A tutti voi, carissimi fratelli e sorelle, auguriamo di vivere nel modo migliore possibile questo straordinario Anno della fede, per ravvivare, purificare, confermare e confessare con gioia la vostra fede a tutte le persone che incontrate, in tutti i giorni della vostra vita.

Zelarino (Venezia), 20 settembre 2012 - I vostri fratelli Vescovi


Si, vivendo la fede noi aiutiamo il nostro Paese a camminare. Infatti siamo in tanti che non si arrendono al declino. Noi resistiamo, ci interroghiamo, soffriamo e vogliamo reagire. Sempre meno ci lasciamo illudere dalle chiacchiere, ed esigiamo la verità delle cose, pur senza lasciarci imprigionare da prospettive solamente negative. Noi siamo, per natura, uomini e donne della speranza. La cittadinanza è più avanti di quanto non si pensi. Le crisi della vita ci inducono, infatti, ad essere meno superficiali, a diventare più riflessivi, a riscoprire i valori veri.

E' la nostra ora. Non deludiamo il Signore che, dopo averci chiamati ed unti con l'olio battesimale e crismale, ci invia come “Chiesa strumento di salvezza” per l'Umanità, sotto la protezione della Vergine Maria, donna della fede.

Ultimi Editoriali

Estate, Grest e campiscuola

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 16 giugno 2022
19 Giu 2022
Carissimi, dopo la bella e ricca uscita di domenica scorsa a Chiampo e...

Pentecoste e festa diocesana delle famiglie

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 2 giugno 2022
5 Giu 2022
  Carissimi, ringraziamo di cuore il buon Dio e avvolgiamo di affetto e...

Sacramenti, pellegrinaggio e NOI Salboro

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 31 maggio 2022
22 Mag 2022
Carissimi, diamo subito una lieta notizia: martedì 10 maggio è stato nominato...

Maggio di preghiera e di ricordi

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 15 maggio 2022
15 Mag 2022
Carissimi, continui alacremente la nostra preghiera per la pace, pace tra...

Divina Misericordia, pace e fraternità

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 5 maggio 2022
8 Mag 2022
Divina Misericordia, pace e fraternità Carissimi, in questa domenica della...