Gaudium et spes

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 28 settembre 2012
Domenica, 28 Ottobre, 2012

Quella profezia della solidarietà 
Il primato della persona

L'insegnamento  del  Concilio  Ecumenico  Vaticano  II  è contenuto nei suoi 16 documenti finali: 4 Costituzioni, 9 decreti e 3 Dichiarazioni.

Nel 50° della sua apertura (11 ottobre 1962) e nel corso di questo anno della fede, siamo invitati a riprenderli, studiarli per una nuova mentalità umana e cristiana, vivendo l'impegno della formazione permanente voluta dai Padri Conciliari.

Mi permetto di riprendere due affermazioni della Costituzione sulla Chiesa nel mondo “Gaudium et Spes” (GS). 

Occorre dunque adattare tutto il processo produttivo alle esigenze della persona e alle sue forme di vita (n.67).

“Questa perla della GS è semplicemente rivoluzionaria; ed è forse per questo che quasi mai viene citata quando si dibatte del problema economico. E' rivoluzionaria perché si pone come radicale alternativa al modo di produzione capitalistico affermatosi con la rivoluzione industriale. Secondo tale modo il lavoro è nulla più di un fattore della produzione che, in quanto tale, deve adattarsi, anzi adeguarsi alle esigenze del processo produttivo per accrescerne la improduttività e ultimamente per aumentare la profittabilità dell'impresa. Quali devastanti conseguenze siano derivate da tale concettualizzazione per quanto attiene la dignità del lavoro, la condizione della famiglia e la complessa articolazione della vita sociale, è cosa ben nota....E' possibile una uscita?
Si....E' consolante sapere che nella stagione della società post-industriale, qual è oggi la nostra, la risposta è positiva.A condizione però che lo si voglia. Concretamente, ciò significa adoperarsi per passare dal modello d'economia liberista di mercato al modello d'economia civile di mercato.Ecco perché il Concilio è rimasto moderno: perché ha saputo precorrere i tempi.” (Stefano Zamagni).

La Gaudium et Spes rovesciava la logica del profitto. Profeticamente annunciava il valore dell'uomo e l'unica verastrada della solidarietà:  La solidarietà attuale del genereumano impone anche che si stabilisca una maggiore cooperazione internazionale in campo economico (n.85). 

La salvezza dell'uomo, dell'umanità e del cosmo è il progetto di Dio e la missione della Chiesa!

La Vergine Santa ci accompagni in questo cammino di conversione personale e comunitario, per la società dell'amore e della vita.                    

(Alessio don Severino)

Ultimi Editoriali

Avvento e concerto di Natale

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 1 dicembre 2022
4 Dic 2022
  Carissimi, continua il nostro cammino di Avvento in attesa del Signore:...

Avvento e assemblea per il campo sportivo

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 17 novembre 2022
20 Nov 2022
  Avvento e assemblea per il campo sportivo Carissimi, è gioia grande...

Sinodo diocesano e festa del Ringraziamento

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 5 novembre 2022
6 Nov 2022
  Sinodo diocesano e festa del Ringraziamento   Carissimi, novembre...

I Santi, i Defunti e la festa del Ringraziamento

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 20 ottobre 2022
23 Ott 2022
Carissimi, ci stiamo avvicinando alla festa di tutti i Santi e...

Santa Maria, assunta in cielo, veglia su di noi!

Immagine dell'Editoriale del parroco del giorno 28 luglio 2022
31 Lug 2022
Santa Maria, assunta in cielo, veglia su di noi!   Carissimi, siamo ormai...